Non odierò

"Il 16 gennaio 2009, alle 16:45, i proiettili dei carri armati israeliani sono stati sparati nella camera da letto delle mie figlie. Bessan, Aya e Mayar sono state uccise all'istante, insieme alla loro cugina Noor. Poiché l'esercito israeliano aveva vietato ai giornalisti di entrare a Gaza, ogni giorno rilasciavo un'intervista telefonica a un giornalista della TV israeliana. Pochi minuti dopo l'attacco, l'ho chiamato alla stazione radio e lui ha trasmesso la nostra telefonata. La notizia fece il giro del mondo in un lampo". Questa è la storia del dottor Abuelaish, ginecologo palestinese ed esperto di fertilità. Racconta la vita quotidiana a Gaza, l'attesa ai checkpoint israeliani, la vita familiare tra speranza e disperazione e l'attacco mortale. Avrebbe tutte le ragioni per odiare Israele, ma invece continua a lottare per la comprensione e la riconciliazione con Israele. Il brutale attacco terroristico di Hamas contro Israele e la conseguente guerra a Gaza ci rendono dolorosamente consapevoli dell'ininterrotta attualità del libro autobiografico di Izzeldin Abuelaish e della necessità del suo impegno per la riconciliazione. L'attore Mohammad-Ali Behboudi è in tournée con questo impressionante monologo sin dalla sua prima al Theaterhaus Stuttgart nel 2014. L'adattamento teatrale è stato premiato con il Premio Monika Bleibtreu nella categoria Drammaturgia contemporanea alle Giornate del Teatro Privato 2015.

torna alla panoramica